Uh che meraviglia! E non si sa, le mogli? Fatte apposta per scoprire i difetti del marito. -Uno,nessuno e centomila -Luigi Pirandello

giovedì 24 settembre 2009

pensieri accantonati

Gente monotona spenta. Ambizioni precoci in un cotesto troppo attuale. Voglia di perdersi dentro un mondo lontano da quello reale. Per poi capire di esserci sempre più legata,intrappolata.
Un sorriso,una parola,una rassicurazione.
Un pretesto,una facciata,un modo losco di vivere la vita.
Nessuno ha voglia di camminare, nessuno cerca, e nessuno alla fine trova. Rimango solo io, che le mie drastiche paranoie interne, e la pioggia che batte alla finestra ormai da una settimana.
La voglia di essere trasparente mi strapassa ogni minuto. E’ settembre.
Settembre che sa di terra,di scuola,di nuovi volti da aggiungere alla lista dei comuni,
di nuove battaglie,nuove parole e paure,che a settembre sbocciano fra l’annullamento totale.
Potessi guardare gli altri e vedere di meglio. Potessi capire miei modi di fare ed agire verso tutti gli altri,potessi capire perché la gente sa solo catalogare.
Sono una semplice pieghetta sul colletto di una camicia perfetta, quale unica parte andata a male è proprio la mia, a causa di una mano maldestra.
Però è strano.
Guardare il modo,per poi capire che alla fine è l’essere noi stessi che ci spaventa.
Tutto è privo di parole vere, e ciò ci rende assenti più di quanto già siamo.
Ma doniamo un senso a questo giro di parole e finte emozioni. Un sorriso avrai bisogno, una mano diversa dalla mia, che possa solo dire.:“E cosi che sei.. non cambiarti”

Ulteriormente schiacciata. Accantonata.


GRIDOOOOOOOOOOO!!!!!
e vorrei farlo a lung0.

(servizi fotografici di scuola.
fotografi samantha e peppe,
leggere modifiche della sotto scritta)

5 commenti:

Clelia ha detto...

è bellissimo essere la pieghetta di una camicia perfetta, ti distigue, ti rende unica non comune ... Te lo dico io resta come sei, non lasciare che la vita passi con il ferro da stiro e ti narcotizzi in una nuvola di normalità omologata

Clelia

Folle sulle punte_ Il Cappellaio matto ha detto...

graziee davvero =) Ogni tanto mi fa piacere trovare qualche "pighetta" simile a me.

Marta ha detto...

credo che non ci sarà mai uno psicologo e psichiatra in grado di capire determinate cose, probabilmente anche perchè a noi piace così...non guardarle per non affermarle, ma percepirle e basta...
è sempre splendido, però, evitare gli specchi...è come giocare a nascondino, solo che ogni tanto bisogna farsi scoprire...
soprattuto per noi stessi!!!

Ukiyo ha detto...

anche se si dice di non farlo,si fa sempre e cmq,da gente che passa dal tuo blog,che catalogherà il mio commento,ce ne saranno infinità,gente che passerà dal mio blog,e catalogherà i miei post ce ne saranno altrettanti..
tutto questo è dettato dall'ipocrisia.
L'ipocrisia di dire almeno una volta..
cazzo questa sono io! sia nel bene che nel male..
tutti troppi esperti a parlare,ma privi di concretizzare quelli inutili e superficiali parole.
E chi lo fa davvero,viene accantonato.
Resta come sei,perchè tu SEI.

UIFPW08 ha detto...

Wccwzionale blog da sballo. Bravissima